In occasione del 50° Salone Internazionale del Mobile di Milano (12-17 Aprile 2011) la maison Frankie Morello ha deciso di portare avanti il progetto “Meets Art” incontrando gli artisti inglesi Jimmie Karlsson e Martin Nihlmar fondatori ed ideatori della collezione Jimmie Martin Limited.

L’ esposizione ha avuto luogo presso la Boutique Frankie Morello in Corso Matteotti 3 ed ha visto come protagoniste nove opere commissionate ai due artisti direttamente da Pierfrancesco Gigliotti e Maurizio Modica e cinque opere selezionate dalla collezione Jimmie Martin Limited.
Le creazioni consistevano per la maggior parte in complementi d’arredo (sedie,divani,poltrone,armadi,specchi) arricchiti e resi unici da grafiche provenienti dal mondo Frankie Morello e dall’immaginario dei due artisti.






Jimmie Martin Ltd vanta importanti special project per artisti di fama internazionali come Kylie Minogue. Le sue opere hanno ricevuto importanti recensioni dalle testate più patinate dedicate al design e non solo, tra cui Marie Claire UK, Elle Interiors France, Living Etc UK e su quotidiani come il Financial Times, il Daily Mail.

“Abbiamo deciso di ospitare all’interno della nostra boutique le creazioni di Karlsson e Martin perché in questo momento sono due tra i designers che più si avvicinano al nostro modo di fare moda e di concepire il design. Frankie Morello e Jimmie Martin concepiscono le imperfezioni e le asimmetrie come dettagli artistici. Se pur giovani abbiamo riconosciuto in loro due talenti artistici fuori dal comune!” hanno dichiarato Pierfrancesco Gigliotti e Maurizio Modica.

“Ci piace descrivere le nostre creazioni come giocose e inattese” dichiarano Jimmie Karlsson e Martin Nihlmar. “Ogni opera è dipinta a mano e questo le rende uniche. Le nostre principali fonti di ispirazione provengono dalla vita quotidiana, dalla strada, moda, musica, notizie, persone. Tutto è teso a creare combinazioni inaspettate che sorprendano e stupiscano. Amiamo l'imperfezione perché rende qualsiasi cosa unica, spontanea e non omologabile o ripetibile.”